EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0769.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

laser_racing_2009_017 Il_signore_dei_gatti_06 madre_pieta_del_popolo-dsc_2073.jpg IMGP2180.JPG Coro_delle_Egadi_-266.jpg

Registrati

Chi c'é online

19 visitatori online
2 ospiti, 17 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    553

Pagine varie: L’Orchestra Scontrino inaugura il salone delle Arti del Museo Pepoli

Orchestra Scontrino

L’ORCHESTRA SINFONICA
“ANTONIO SCONTRINO” DI TRAPANI
INAUGURA IL SALONE DELLE ARTI DEL MUSEO PEPOLI

articolo di Giuseppe Ingardia

Orchestra Scontrino


Una serata da incorniciare quella dello scorso lunedì per gli amanti della grande musica, presso il Salone delle Arti del Museo Pepoli di Trapani, inaugurato per l’occasione da un apprezzatissimo Concerto della Orchestra Sinfonica “Antonio Scontrino” del Conservatorio di Trapani. Diretta magistralmente dal M° Sergio Mirabelli (un palermitano diplomatosi a Monaco di Baviera in Direzione d’orchestra e organo, ha diretto alcune tra le più importanti orchestre europee ; attualmente Docente di esercitazioni orchestrali presso il Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani) l’Orchestra che assembla circa 70 musici -tra i quali alcuni giovani promettenti musicisti diplomandi- è stata protagonista di una performance applauditissima dal gremito Salone che ha doverosamente reso omaggio ai bravi interpreti autori di un Concerto di sicuro abbondantemente oltre la sufficienza.
Orchestra Scontrino
Il Concerto si è aperto con venti minuti circa del Bolero di Maurice Ravel (stralciato e ripetuto nel finale a grande richiesta) che ha ‘elettrizzato’ i presenti grazie al suo incidere elegante, al suo “immenso crescente” eccitante e accattivante che esalta i ‘soli’ di strumenti diversi che ripetono la stessa melodia suonando la stessa cosa, che prende corposità di strumenti, fino all’esplosione orchestrale al gran completo, da fuochi d’artificio. Quindi esecuzione delle quattro versioni sovrapposte -da “La ritirata di Madrid” di Luigi Boccherini- composte da Luciano Berio. E prima del gran finale (ribadito da un passaggio del Bolero) dal balletto “Zorba il Greco”, ancora una esecuzione orchestrale coinvolgente con Danza, Adagio e Sirtaki , dal balletto “Zorba il Greco” di Mikis Teodorakis “. Prima dell’inizio del Concerto, Lea Pavarini (Direttore del Conservatorio) ha voluto puntualizzare come -malgrado le vicende amministrative che hanno coinvolto Lei e il Direttore Amministrativo Angelo Gambino, comportando altresi’ il rinvio dei concerti previsti dal 3 al 13 Maggio in collaborazione con Suona Francese Romantico e Ambasciata di Francia- il Conservatorio gode di ottima salute (lo confermerà il Concerto della serata) e dispone delle sue risorse economiche grazie alle quali in Settembre sarà presente per realizzare cio’ che è ‘saltato’ in Maggio.

Articoli correlati:

Share Button

Devi essere collegato per poter inserire un commento.