EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0848.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

IMGP2345.JPG PV (104).jpg Paceco-1983-175.jpg Processione_San_Francesco_di_Paola_2009_Trapani_DSC_3131.JPG Riserva_Naturale_Orientata_di_Paceco_53

Registrati

Chi c'é online

19 visitatori online
2 ospiti, 17 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    551

Diocesi: “L’Amministratore Alessandro Plotti sulla nomina del nuovo vescovo” di Lilli Genco

Ad un anno dal suo arrivo in Diocesi (si è trasferito a Trapani definitivamente il 6 giugno scorso) l’amministratore apostolico Alessandro Plotti ha voluto mettere nero su bianco un bilancio del percorso vissuto insieme alla Chiesa trapanese in questi dodici mesi rivolgendo ai presbiteri e diaconi della Diocesi un invito accorato ad evitare inutili pronostici e pettegolezzi – tra l’altro spesso basati su chiacchere assolutamente inattendibili – chiarendo nei particolari, com’è nel suo stile franco e sobrio, a che punto è l’iter per la nomina del nuovo vescovo di Trapani.


“Ho parlato con il Nunzio Apostolico in Italia che come sapete ha il compito di predisporre la famosa ‘terna dei nomi’ e con il segretario della Sacra Congregazione dei Vescovi che ha poi il compito di perfezionare l’iter per presentare al Santo Padre il candidato per la nomina. Mi hanno confermato che c’è ancora tempo per la conclusione e che passerà tutta l’estate prima di poter avere finalmente il nuovo vescovo. Quando verrà? Non lo so, molti se lo chiedono. Chi sarà? Sarà certamente colui che lo Spirito Santo sceglierà per il bene di Trapani. Mi dispiacerebbe che in attesa di questo evento prevalessero attese sproporzionate e rigurgito d’individualismo. Io sono sereno – continua l’arcivescovo Alessandro Plotti – porto avanti questa missione con gioia ed entusiasmo senza mettere limiti al mandato ricevuto. Quando la Provvidenza deciderà il cambio vi assicuro che per me sarà uno strappo doloroso perché mi sono affezionato a questa terra e a questo popolo e abbandonarlo sarà per me lasciare qui un pezzo importante del mio cuore. Andiamo avanti, con fiducia e determinazione – conclude – Lasciamo da parte l’esercizio del “totovescovo”. Quando il Signore vorrà manifestare la sua volontà, l’accoglieremo con spirito di obbedienza e disponibilità. Restiamo uniti e operosi per il bene di questa Chiesa trapanese che merita dignità, credibilità e unità”.

Lilli Genco
Responsabile Stampa
Diocesi di Trapani


Articoli correlati:

Share Button

Devi essere collegato per poter inserire un commento.