EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0829.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

BDSC_0032.JPG Lidorello_Calcetto_2009_i_protagonisti_28 IMGP0719-a.jpg La_Fardelliana_1984_nr_1_073 066_Trapani_Ronciglio_flora_Limonium_densiflorum.jpg

Registrati

Chi c'é online

23 visitatori online
3 ospiti, 20 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    551

Erice: Presentato il libro «HO INCONTRATO NAT SCAMMACCA» di Antonino Serina

 
 

Presentato, all’interno di un convegno, il nuovo libro di Antonino Serina dal titolo «HO INCONTRATO NAT SCAMMACCA – Tra Sicilia e America: due mondi a confronto», nell’Aula Magna della Scuola Media Statale “A. De Stefano” in Casa Santa Erice.
 

Durante il convegno è stato presentato il I Premio Internazionale Letterario e Artistico Nat Scammacca, istituito dal Comune di Erice in collaborazione con la Casa Editrice “Arianna” di Geraci Siculo ed il I Premio di Prosa Nat Scammacca dedicato agli studenti delle scuole secondarie inferiori di Trapani e provincia, a cura del professore Antonino Serina. Presenti, oltre tanti ospiti, la famiglia Scammacca assieme e l’Editrice Arianna Attinasi.
 


This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery

Articoli correlati:

Share Button

1 commento perErice: Presentato il libro «HO INCONTRATO NAT SCAMMACCA» di Antonino Serina

  • ANTONINOSERINA@LIBERO.IT

    Il profilo di Nat Scammacca compiuto in quusto studio di Antonino Serina è un atto di amore e di onestà critica verso uno dei più grandi intellettuali e poeti cntemporanei…frutto di quella ricerca storiografica, libera e indipendente..Aproposito del mito di Ulisse egli coglie l’originalità dello Scammacca d voler raggiungere, attrverso l’io cosciente e l’inconscio, l’io collettivo che esprime il recupero della storia , dei valori del nostro passato.( Pietro Attinasi)”li rarichi nosrti eniatri cu semu ” porta l’autore alla riscoperte delle radici genetico-culturali della grecità e la riappropiazione anche della visione della vita e dei valori propri della paideia,l’educazione greca da cui emerge Ulisse/Odisseo, quale esempio ed immagine .strordinaria, con cui si identifica lo Scammacca.Inoltre, dalla filosofia della scienza egli recupera una visione nuova e moderna della vita e della noralità ,d’un pofondo desiderio di libertà e di un’esperienza più ricca di raspporti uma<ni e sessuali, che culmina nella visione religiosa e laica d'un attaccamento alla vita dell' universo, espresso dalla grande figura della Dea Ericina, Venere, la Madre Divina di Enea.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.