EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0782.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

029-Giovanni_Bevilacqua_pitture_e_sculture 27-517.jpg DSC_0255.jpg 19-la_processione-Santu_Patri_nel_centro_storico.jpg 031_Area_Mediterranea

Registrati

Chi c'é online

39 visitatori online
2 ospiti, 37 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    553

Valderice «Don Gesualdo e la ballerina» realizzato dalla Parrocchia Maria SS. della Purità Art. di Giovanni A. Barraco

 

18 Maggio 2014. Uno straordinario successo di pubblico è arriso alla rappresentazione di “Don Gesualdo e la ballerina”, di S. Savarino, la brillante commedia dialettale messa in scena nel Salone-Teatro attiguo alla chiesa Maria SS. della Purità di San Marco in Valderice. Attori, i componenti del Gruppo parrocchiale omonimo. 
 

Ricordo brevemente la trama della commedia – cavallo di battaglia del grande Angelo Musco. Di scena, una famiglia siciliana legata alle antiche tradizioni. Ciccino, unico maschio di cinque figli, studia a Roma per diventare avvocato. Il padre Don Gesualdo, venuto a conoscenza che il proprio figlio ha contratto debiti per essersi invaghito d’una ballerina di varietà, parte insieme al compare Pepè per tentare di riportare a casa e sulla retta via il figlio, allontanatosi dagli insegnamenti paterni e dai sani valori morali…
Due ore di autentico divertimento tramato di una parlata dialettale ad effetto, oltre che di situazioni, luoghi comuni ed equivoci che hanno reso l’opera di S. Savarino (1887 – 1966) un classico del Teatro del Novecento.
Nella messa in scena del Gruppo parrocchiale è apparso evidente il divertimento degli attori – che pur non essendo dei professionisti del palcoscenico – hanno saputo calarsi nei personaggi e li hanno resi oltremodo credibili. Senza voler far torto agli altri, ricordiamo solo i nomi di due protagonisti della commedia: Don Gesualdo aveva la vis scenica di Peppe Marino; Ciccino era interpretato da un promettente Giuseppe Occhipinti.
A beneficio degli spettatori mancati (che non hanno potuto accedere al Salone-Teatro, pieno fino all’inverosimile) – ma non solo! -, la commedia sarà replicata all’inizio della prossima estate.

Giovanni A. Barraco


This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery


Articoli correlati:

Share Button

Devi essere collegato per poter inserire un commento.