EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0799.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

310_buseto_palizzollo_sagra_cassatelle.jpg Fico_Valderice_Sagra_Pane_Casareccio_035 IMGP5499.JPG DSC_0113.JPG Fiori_e_piante_trapanesi-29

Registrati

Chi c'é online

37 visitatori online
0 ospiti, 37 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    547

Marsala: La Nave Romana recuperata a Marausa – foto di Pino Di Rosa – 2019

La Nave Romana di Marausa

Sabato 13 aprile, presso il Museo Archeologico Regionale Lilibeo di Marsala ha avuto luogo l’inaugurazione dell’allestimento espositivo della Nave di Marausa alla presenza del Presidente della Regione Nello Musumeci e del Dirigente Generale Sergio Alessandro. L’evento ha costituito un momento di straordinaria importanza per il panorama culturale Mediterraneo grazie alla valenza storico-archeologica del recupero. La qualità del restauro della nave oneraria tardo-romana, rinvenuta nel 1999 nei bassi fondali del lido di Marausa, costituisce un unicum che pone all’avanguardia la raffinata operazione voluta e diretta da Sebastiano Tusa. Ringrazio Pino Di Rosa per gli scatti fotografici.


Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Le Foto

Dal Comunicato Stampa:
Il sito di ritrovamento, posto tra Marsala e Trapani allo sbocco del fiume Birgi, costituiva nell’antichità un approdo strategico sia dal punto di vista militare sia commerciale come dimostra il carico di anfore africane e il materiale di bordo rinvenuto.
Come ebbe modo di dire lo stesso prof. Tusa in occasione della esposizione della chiglia presso il Museo Lilibeo nel dicembre 2015 “Il relitto contribuisce ad approfondire le conoscenze sulle intense relazioni commerciali tra la Sicilia e l’Africa in epoca tardo romana, offrendo un quadro di integrazione economica soprattutto nell’ambito della produzione agricola. L’esposizione dello scafo, presso il Museo archeologico di Marsala è motivo di grande soddisfazione quale ulteriore prova del minuzioso lavoro che la Soprintendenza del Mare conduce nel mare di Sicilia”.
La proficua collaborazione tra la Soprintendenza del Mare e il Polo regionale di Trapani e Marsala, di cui il Museo Lilibeo fa parte, consentirà, secondo il Direttore del Polo Luigi Biondo, la nascita del Museo navale più importante della Sicilia ed uno dei più rilevanti del Mediterraneo in quanto, in un percorso espositivo profondamente rinnovato nel 2017, comprende la Nave punica, quella tardo-romana di Marausa ed i relitti medioevali di lido Signorino (Marsala).
Il Museo Lilibeo avrà quindi due grandi spazi di studio, ricerca ed esposizione: uno che testimonia le scoperte di terra ed uno che racconta il mare con i materiali rinvenuti nelle campagne di esplorazione subacquee. Del relitto di Marausa, di dimensioni notevoli per l’epoca, è stata ricostruita solo la parte destra, mentre si è scelto di rappresentare in piano l’altra metà nello stato in cui è stata ritrovata, anche per ragioni didattiche. Il nuovo progetto espositivo è stato realizzato con la direzione degli architetti Enrico Lercara e Stefano Zangara e comprende le testimonianze più significative degli elementi costruttivi, dei materiali di bordo e del carico, corredati da pannelli didattico illustrativi e sussidi multimediali.
L’inaugurazione sarà preceduta da una stampa a partire dalle ore 10:30 mentre la nuova sezione rimarrà aperta, con ingresso gratuito, per tutta la giornata di sabato e la domenica mattina, con visita guidata alle ore 10:30.
Si ringraziano il Comune di Marsala e le Cantine Pellegrino di Marsala per la preziosa collaborazione alla buona riuscita dell’evento inaugurale.


Articoli correlati:

Share Button

Devi essere collegato per poter inserire un commento.