EVENTI in PROGRAMMA

Meteo Windy.com

rilevazioni satellitari
Folklore Personaggi Trapanesi Sezione dedicata ai libri Sezione dedicata alle foto del sito Pagina dedicata alle foto di Trapani e Provincia La pagina delle ricette tipiche trapanesi

Volti dei Misteri

DSC_0817.JPG

troviamola

il 26 ottobre è
il tuo compleanno

Gallery

10140.jpg IMGP2780.JPG madre_pieta_del_popolo-dsc_2044.jpg 051-Ericefolk_La_Barunissa_di_Carini DSC_0832.JPG

Registrati

Chi c'é online

57 visitatori online
8 ospiti, 49 bots, 0 membri

Numero sottoscrittori

    544

Edicola: LUMIE DI SICILIA – Nr. 157 – Dicembre 2021

 


Da questo articolo i precedenti numeri di:
LUMIE DI SICILIA
Periodico dell’A.Cu.Si.F.
Associazione Culturale Sicilia Firenze
Ringrazio Mario Gallo per questa opportunità
(clicca sul logo per visualizzarlo e leggerlo)
Cerca all’interno dell’EDICOLA

Il numero 157 di Lumie di Sicilia è quello di fine anno, un anno difficile, certo; consoliamoci con il confronto con il 2020 che registra un miglioramento anche delle prospettive.
Nel sommario presentiamo il trapanese Valerio Valenti che (la coincidenza!) è stato chiamato a reggere la prefettura di Firenze esattamente160 anni dopo il suo concittadino Vincenzo Fardella, primo prefetto della città.
Si celebra il Natale nelle forme possibili ed adeguate ai tempi nuovi. Noi, di una…certa età, non possiamo sottrarci ad un malinconico ritorno al passato con i suoi riti ed usanze.
Uno spazio suggestivo occupano gli zampognari (i ciaramiddari), ai quali è dedicata la copertina con un collegamento (un link) che ci consente di riascoltare i suoni, da loro prodotti con semplici strumenti pastorali, densi di capillare sonorità, di luminosa solarità, di coinvolgente coinvolgimento nella festosità natalizia. Su di loro (a pag. 15/16) un’interessante nota di Anthony Di Pietro.
Ina Barbata ci riporta (6/7) all’atmosfera che regnava nelle case, con la partecipata preparazione del presepe, un rito con le sue regole inderogabili, culminante nella serata della “vigilia” che riuniva l’intera famiglia attorno alla turbinosa “tombola”: inevitabilmente saltavano, (le “finestrelle” sulle caselle non erano ancora arrivate!) i precari chicchi di grano posti a segnare sulla cartella i numeri tirati fuori dal sacchetto da un capotombola depositario della “smorfia: e qui la serie di imperiose richieste di chiarimenti… .sciu u vintisetti? e u trentacinqu?
Lo rivedo come fosse ora il rotolare di quei chicchi di grano, mentre in sottofondo la “Voce del padrone” gracchiava un pur suggestivo Tu scendi dalle stelle..!
Maria Nivea Zagarella si addentra (2/3) in una brillante “rilettura” delle rime religiose di Antonio Veneziano convenzionalmente presentato nei suoi aspetti di uomo violento, sensuale, scialacquatore, carico di debiti … (Sciascia)
Siriana Giannone lancia ancora una volta il suo graffiante e coinvolgente grido di ribellione impietosamente calandosi pietosa nel dramma delle donne, spose e madri, che la guerra ha reso orfane del loro uomo (4/5).
A pagina 8, Rosario Salone ci riferisce sulla sua ricerca della data di nascita dell’ammiraglio trapanese Marino Torre (1585-1633).
Piero Carbone da una serenata in notturna trae spunto per renderci partecipi del fascino del dialetto siciliano (9). Da notare che il nostro amico, con Antonio Zarcone, proprio in questi giorni ha ricevuto in Campidoglio il Premio Nazionale “Salva la tua lingua”.
A pagina 10 i vespi siciliani e una poesia natalizia tratta dalla raccolta del Pitrè.
Marco Scalabrino, dopo avere illustrato la poesia di Mario Gori (11/13) associa la consorte, Maria Pia Virgilio, nella lettura della figura di Salvatore Vento, emigrato siciliano (13/14).
Anthony Di Pietro, che abbiamo già citato per la sua nota sui ciaramiddari, ci illustra (16/17) la figura di Joe Petrosino, il poliziotto siciliano di New York, ucciso dalla mafia nel 1909 a Palermo.
Impensati spunti di riflessione ci sono offerti dalle letture citate da Adolfo Valguarnera nel suo Amarcord (18/19).
Con Santo Forlì un’interessante escursione nel territorio della Rocca di Cefalù (20).
Da 21 a 23 Vito Di Bella, emerito giuslavorista, ci intrattiene con uno studio su “L’intervento dello Stato nella lotta alla povertà e la Sicilia tributaria”.
Buona lettura, con auguri di un sereno dicembre con le sue festività e un cordiale saluto da
Mario Gallo

Per consultare un qualunque numero di Lumie di Sicilia si può copiare il seguente indirizzo sul browser internet

http://www.lumiedisicilia.eu/numeri/lumiedisiciliaQQQ.pdf

e sostituire a QQQ un numero tra 1 e 150. Per esempio
http://www.lumiedisicilia.eu/numeri/lumiedisicilia59.pdf per il numero 59.

SU:
la raccolta di lumie di sicilia con 148 numeri e 14 supplementi + i vespi siciliani (I e II parte)
Per aprire: nello spazio “Inserisci la tua ricerca” scrivere la parola lumie + Invia Modulo

Our mailing address is:
Lumie di Sicilia
Via Cernaia 3
Firenze, FI 50129
Italy

 

Articoli correlati:

Share Button

Devi essere collegato per poter inserire un commento.